La fede

La fede - Yoga e Stanza del Sale - Attività multidisciplinare olistica a Prato

Cos’è la fede?

Per taluni è una chimera, un’illusione che rende schiavo l’uomo e lo trascina fuori dalla realtà, per altri un’ancora di salvezza per i momenti difficili della nostra esistenza, per altri ancora un sentimento che riscatta l’essere umano dalla sua animalità, e come un raggio di luce lo guida verso il trascendente.

Nella nostra quotidianità il termine “fede” è quasi sempre associato all’ambito religioso. Quando infatti si parla di fede si pensa sempre alla fede in una divinità, o comunque all’adesione ad un gruppo che segue o professa una qualche religione.

Se riusciamo tuttavia a riflettere serenamente su questo concetto, possiamo accorgerci come tutti quanti facciamo quotidianamente innumerevoli atti di fede, anche se credere a ciò che non vediamo non è facile, significa in fondo abbandonarsi alla vita.

Crediamo che esistano posti e luoghi dove non siamo mai stati, crediamo siano vere notizie che i mezzi di informazione o autorevoli personaggi annunciano, crediamo che esistano parti del nostro corpo mai viste soltanto perché la scienza dice così, e l’esempio più bello è quando una donna scopre di essere incinta e dentro di lei si formano le manine, i piedini e tutto ciò che serve affinché un bambino nasca. In ultimo pensiamo a quando abbiamo un disturbo fisico e il medico ci prescrive un farmaco che, normalmente, assumiamo senza tante incertezze e ditemi se tutti questi, in fondo, non sono atti di fede.

Questo per dimostrare come, certi nostri atteggiamenti, presuppongano un’innata fiducia nel fatto che molto di ciò che giunge alla nostra consapevolezza sia vero. In un certo senso, allentiamo la nostra diffidenza e ci fidiamo.

La parola fede infatti deriva dal latino “fidem”, che vuol dire “fiducia”.

La fede - Yoga e Stanza del Sale a Prato

Fede e fiducia sono quindi strettamente legate; infatti è normale avere fiducia in un dio, o comunque in qualcosa di trascendente, ma anche nella vita, negli altri e in noi stessi.

Ma, se scendiamo ancora più profondamente dentro questo concetto, ci accorgiamo che avere fede significa anche “sperare”.

Chi ha fede in qualche cosa, non può fare a meno di sperare che quel qualcosa si avveri. Ma la speranza, dobbiamo convenire, non è certo una prerogativa legata solo ed esclusivamente all’ambito religioso. Quindi chi spera fa un intimo atto di fede.

Se possiamo ritrovarci in questo semplice ragionamento, chi allora non spera, quale individuo è tanto forte da fare a meno della speranza.

C’è chi spera di risvegliarsi ogni mattina, chi spera di fare un bel sogno, chi spera che il lavoro non finisca, di guarire da una malattia, che la persona amata continui ad amarmi. Ma anche che la banca che stanotte svaligerò sia ben fornita, che riesca a sconfiggere l’esercito avversario, che la persona che detesto patisca le pene più insopportabili, e, infine, che il Dio in cui credo sia benevolo e che mi accolga nel paradiso nel quale ho sempre sperato.

La speranza quindi fa indissolubilmente parte dell’uomo, di tutti gli uomini, e assieme ad essa la fede. Ecco perché non può esistere un essere ateo, cioè che non crede e non spera in nulla. 

Se poi vogliamo per forza circoscrivere la fede all’ambito religioso, è bello pensare che non ci può essere momento più radioso in Paradiso, se non allorquando un essere, che non ha mai creduto all’esistenza di una divinità, mette piede in tale Sacro Spazio. Un individuo che pur non sperando in una ricompensa divina, sia riuscito nella vita a mantenersi onesto, a rispettare il prossimo, ad adoperarsi per il bene non solo proprio, ma che abbia allargato i suoi orizzonti misericordiosi anche all’altro, credo rappresenti il più radioso esempio di altruismo e di vera spiritualità.

Si pensa che fede e ragione siano eternamente in contrasto, che una escluda l’altra. Ma la fede non è un concetto di ordine intellettuale, non è posta in una dottrina o in una verità, né in dogmi o formule, ma è credere in qualcosa di più grande. Un vero sentimento di fede non teme il giudizio della logica, perché essendo intimamente legato all’essere che la vive, dire che una fede è sbagliata equivale ad affermare che quell’essere è sbagliato. Ma la Vita non sbaglia mai, semmai è il giudizio dell’uomo che è imperfetto.

La fede tuttavia è qualcosa di ancora più dirompente, è una convinzione elevata all’ennesima potenza, un innamoramento dell’intelletto per un’ideale e rappresenta una caratteristica profondamente legata all’essere umano, un motore di evoluzione enorme, un meraviglioso strumento che la Vita, nella sua infinita sapienza ha messo a nostra disposizione.

Ecco allora che la fede diventa un faro, una luce dell’anima che ci dà coraggio, che ci dona gioia e che anche nella sua evanescente ed effimera essenza ci da forza.

La fede - Yoga e Stanza del Sale - Attività multidisciplinare olistica a Prato

Quanto è meraviglioso sentire in noi questo anelito dell’anima verso un qualcosa che, trascendendo tutto e tutti, ci trascina per i suoi sentieri a volte gioiosi, altri anche difficili. Tuttavia, se ciò che ci anima e che ci spinge ad agire è intimamente creduto, tutto è più leggero, tutto scorre in un’unica direzione che avrà come risultato un ampliamento della nostra coscienza. Per questo non è tanto importante che ciò che crediamo e in cui abbiamo fede sia vero, ma che sia da noi creduto vero. Ciascuno di noi infatti è un creatore, crea cioè con le sue convinzioni la realtà che lo circonda.

Vale comunque la pena ricordare che il nostro intelletto non ci è stato dato a caso. Anch’esso è uno strumento utilissimo e non inferiore ad altri aspetti del nostro essere, creduti più elevati o mistici. Per questo anche la fede in qualcosa, che crediamo e sentiamo bello e affascinante, non dovrebbe sottrarsi ad un minimo di ragionamento. Un antico detto recita: la Verità è logica.

Quindi un vero e sincero atto di fede non dovrebbe mai portarci ad essere insensibili o crudeli verso noi stessi ed il prossimo, ma anzi servire a diffondere comprensione e amore, e donarci gioia. 

La Vita, madre e padre di tutti noi, interviene sempre per ricomporre eventuali disarmonie.

Ma un genitore che ama non punisce mai, corregge.

Anche il credere a queste affermazioni è in sé un puro atto di fede.

Sta a chi legge riflettere intimamente sul messaggio celato in queste parole, non con la mente ma con il proprio cuore, strumento e veicolo per eccellenza delle nostre più intime aspirazioni e speranze.

La fede - Yoga e Stanza del Sale - Attività multidisciplinare olistica a Prato

Al di là della fede e della speranza c’è qualcosa?

Probabilmente si: con il frantumarsi a volte di vere e proprie barriere, altre soltanto di un sottile velo che ci separa dal nostro “sperare”, c’è il diventare quel qualcosa in cui abbiamo avuto fede e nel quale abbiamo intimamente sperato.

E siccome tutti quanti cerchiamo un po’ di amore, il nostro fine non sarà quello di amare, ma di Essere l’Amore stesso. 

Basta avere fede!


La fede
Centro SI.AMO – Yoga e Stanza del Sale – Attività multidisciplinare olistica a Prato